25 giugno, Roma: i sindacati chiedono una legge quadro sulla non autosufficienza

25 giugno, Roma: i sindacati chiedono una legge quadro sulla non autosufficienza

27/06/2019



È stato riavviato il tavolo di confronto tra governo, sindacati e associazioni dei disabili su un tema tra i più delicati per le persone malate gravi e non autonome e le loro famiglie

Si è tenuto il 25 giugno a Roma l'incontro tra governo, sindacati e associazioni dei disabili per tornare a discutere di non autosufficienza. Il Governo era rappresentato dai sottosegretari Claudio Cominardi e Vincenzo Zoccano. L'incontro intendeva riavviare un percorso, iniziato e poi interrotto qualche anno fa, con l'obiettivo di arrivare alla stesura di una legge che ristabilisse un fondo dedicato ai milioni di non autosufficienti.

E' stata espressa soddiasfazione da Cisl e Fnp, le quali hanno ribadito la necessità di proseguire con incontri periodici per arrivare a creare un clima costruttivo e di fiducia.

Andrea Cuccello, segretario confederale Cisl, e Gigi Bonfanti segretario generale Cisl Pensionati hanno dichiarato: 

"Accogliamo con fiducia la decisione di aver ripartito il Fondo già esistente con criteri più certi, ma è indispensabile arrivare alla definizione di una legge nazionale che individui i livelli essenziali e i criteri uniformi, che possa tener conto del bisogno assistenziale, con un'integrazione sociosanitaria che riesca ad offrire servizi più efficienti e dia risposte efficaci alle persone non autosufficienti e alle loro famiglie"

Anche se soddisfatti per aver riavviato questo percorso, i sindacati hanno espresso delusione per l'assenza al tavolo del Ministro del Lavoro e della Politiche Sociali, Luigi Di Maio, auspicando una sua presenza ai futuri incontri a testimonianza dell'importanza che il governo dovrebbe dare a questo settore.