Referendum 2020: SI o NO alla riduzione del numero dei parlamentari.

Referendum 2020: SI o NO alla riduzione del numero dei parlamentari.

06/09/2020



Oltre 51 milioni di cittadini chiamati al voto per il referendum confermativo

Si vota domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020 per il referendum costituzionale confermativo relativo alla riduzione del numero dei parlamentari e per le elezioni suppletive del Senato della Repubblica, per le regionali e le comunali.

Referendum confermativo

Come si può vedere anche dal facsimile pubblicato oggi dal Viminale sul sito del servizio elettorale, il quesito del referendum confermativo recita così:
"Approvate il testo della Legge Costituzionale concernente "Modifiche degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari" approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - Serie generale - n. 240 del 12 ottobre 2019?".
Se si risponde Sì, si sostiene il taglio dei parlamentari. Con il No, si è contrari al taglio e dunque si vota per il mantenimento dello status quo.

Per il referendum costituzionale confermativo, a differenza del referendum abrogativo, non è previsto il raggiungimento di un quorum di validità: l'esito referendario è comunque valido indipendentemente dalla percentuale di partecipazione degli elettori. Hanno diritto al voto 51.559.898 cittadini, di cui 4.616.344 all'estero. I maschi sono 25.021.636, le femmine 26.538.262. La legge sul taglio dei Parlamentari è stata approvata in via definitiva l'8 ottobre 2019.

Se il Sì vincerà, i parlamentari passeranno dagli attuali 945 a 600. Nello specifico, i deputati alla Camera si ridurranno da 630 a 400, mentre i senatori passeranno da 315 a 200.

Per le FAQ più ricorrenti e ulteriori informazioni relative al Referendum consultare il sito del Ministero dell'Interno.